Recensioni

Le proprietà e usi dell’olio di Argan

L’olio di Argan è un ingrediente che troviamo spesso nei cosmetici o nei prodotti per capelli, ma che cos’è?

Cos’è l’olio di Argan?

L’Argania spinosa è una pianta molto longeva (può arrivare anche ai 200 anni di età) ed è diffusa sopratutto nel sud-ovest del Marocco. Sono paesaggi aridi quelli in cui cresce questa pianta,  caratterizzati dalla scarsità di acqua nel sottosuolo. Il frutto prodotto è una bacca verde abbastanza grande, all’interno troviamo un nocciolo, che a sua volta contiene due o più semi da cui si ricava l’olio di Argan. Questo olio è noto di quelle zone come olio della giovinezza, viste le numerose proprietà benefiche per la pelle e i capelli.

Caratteristiche

Questo olio è un olio pesante. Migliora notevolmente l’idratazione della pelle, ne aumenta le difese e l’elasticità. Il processo di torrefazione a cui è sottoposto fa sì che, l’olio di Argan, sia caratterizzato da un odore tostato e al gusto ricorda l’olio di Nocciola. Dal colore potrebbe assomigliare all’olio di Oliva, ma è leggermente più scuro. L’olio di Argan può essere usato sia per uso cosmetico che per uso alimentare, dipende se i noccioli vengono tostati o meno prima dell’uso. Per quanto riguarda le caratteristiche nutrizionali somiglia molto all’olio d’Oliva, tiene sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo (LDL) e ha un’abbondante  presenza di tocoferoli (vitamina E) che lo rendono un ottimo antiossidante. La pecca, che ha in comune sempre con l’olio d’Oliva, è che anche l’olio di Argan ha un basso contenuto di omega-3. Sarebbe un olio perfetto per le fritture, visto il ridotto contenuto di acidi grassi polinsaturi, ma il costo di questo olio è abbastanza elevato. Il costo dell’olio di Argan è nettamente superiore a quello dell’olio di Oliva (supera anche i €50 al litro) e la causa sono sopratutto la resa ridotta e il processo di estrazione che è molto laborioso.

Proprietà cosmetiche

L’albero da cui si ricava questo olio è chiamato “albero della vita” fin dall’antichità dai popoli africani, anche per le sue proprietà cosmetiche. L’olio di Argan destinato alla cosmesi non viene sottoposto a tostatura, ma viene spremuto a freddo, si ottiene così un olio più limpido e chiaro rispetto a quello alimentare. Le sue principali proprietà sono:

proprietà antiossidanti,

proprietà elasticizzanti,

proprietà idratanti ed emollienti.

Usi

Uno degli usi è quello di olio da bagno, mettendo qualche goccia nell’acqua della vasca avrete una pelle più morbida e luminosa finito il bagno. Le proprietà antiossidanti dell’olio di Argan lo rendono ottimo per proteggere la pelle da smog, sole, vento, metalli pesanti e inquinanti vari (benché possa aiutare a proteggere la pelle dalla dannosa azione delle radiazioni UV – il solo impiego dell’olio di Argan NON può in alcun modo sostituirsi alle protezioni solari). Sempre le sue proprietà antiossidanti, elasticizzanti e nutrienti lo rendono un ottimo antiage e antirughe. Può essere utilizzato per effettuare degli impacchi sui capelli umidi o asciutti che soffrono di fragilità e debolezza, per donargli di nuovo lucentezza e un aspetto sano. Allo stesso tempo, poche gocce di olio di Argan massaggiate sul cuoio capelluto potrebbero aiutare contro la forfora. Usato in combinazione con l’olio di Mandorle aiuta a prevenire le smagliature, sopratutto per prevenire quelle che si formano in gravidanza. Grazie alle sue proprietà idratanti ed emollienti, quest’olio è utile per prevenire e contrastare le eventuali irritazioni cutanee post-depilazione e post-epilazione. Svariate volte ho utilizzato questo olio anche come olio per le cuticole.

L’unica pecca di quest’olio è quella di essere “pesante”, quindi richiede un po’ di massaggio prima che si assorba e va sciacquato bene dai capelli perché non li lasci unti.

Per chi volesse sfruttare a pieno tutte le proprietà dell’olio di Argan, consigliamo di utilizzarlo puro e di non lasciarvi trarre in inganno dai prodotti che millantano di contenere olio di Argan, perché spesso la dicitura corrispondente (Argania spinosa Kernel oil) si trova agli ultimi posti dell’INCI, dopo molti altri ingredienti, ciò significa che è contenuto davvero in minima parte. Raccomandiamo sempre di avere cura di controllare gli ingredienti nel momento dell’acquisto.

 

 

Luciana

 

 

 

 

Lascia un commento